venerdì 6 giugno 2014

SAN SALVARIO HA UN CUORE VERDE 2014 (sottotitolo: CONFESSIONI DI UNA BLOGGER DI GIARDINI)

Questo è un post strano: nasce come prima cosa dirvi che domani, sabato 7 giugno, dalle 10 alle 18 la mia associazione "Sguardo nel verde" sarà presente con uno stand alla manifestazione "San Salvario ha un cuore verde", in corso Marconi a Torino. Grazie all'aiuto di alcune nostre bravissime socie e volontarie, vi proporremo dimostrazioni di composizione floreale e attività per i più piccoli e le loro famiglie, tutto a offerta libera. Io sarò presente al mattino, per raccontarvi tutte le iniziative che abbiamo fatto quest'anno e darvi un piccolo anticipo delle attività dell'anno che verrà. Se siete curiosi di conoscerci di persona, passate a trovarci!




Ma il post ha un sottotitolo, perchè in realtà ho un pensiero che mi passa per la testa da ieri e non riesco a trattenerlo. E il pensiero è questo: che fatica fare tutto, cari amici di blog. Come si fa a essere una blogger perfetta, come quelle che hanno un piano editoriale, che aggiornano i loro blog sempre con idee nuove e interessanti, che fanno foto fighissime...e allo stesso tempo avere un lavoro che mi impegna 6 ore al giorno senza sosta, avere un Nano di 15 mesi da nutrire/accudire/fargiocare/fardormire, avere una casa a cui badare, una associazione culturale di cui essere Presidente e non in ultimo un marito da non trascurare?? In queste ultime settimane la mia vita lavorativa, quella che non c'entra niente con la mia indole di giardiniera ma che per ora mi dà da vivere, è diventata un tourbillon a causa di un grosso evento che stiamo preparando, e così, dopo le sei massacranti ore in ufficio e dopo essermi dedicata il pomeriggio al mio piccolo Tom, la sera arrivo stanca morta e l'unico mio desiderio è morire sul divano o nel letto....trascurando ovviamente il mio amato blog e l'altra mia vita, quella che vorrei.
E quindi, ho deciso che il mio blog di giardinaggio deve prendere una direzione e diventare non uno di quei blog che sono sempre aggiornati, con mille interessanti proposte per "autoprodurre" insetticidi, composizioni floreali DIY e cose simili, che raccolgono approvazione da altri giardinieri esperti, ma uno di quelli per chi vuole fare giardinaggio ma non ha mai abbastanza tempo, per chi vorrebbe un giardino bello in fretta e senza sforzo (vi spiegherò come sopravvivere alla presa di coscienza che questo desiderio purtroppo è irrealizzabile), per le mamme che come me hanno un Nano da guardare che assorbe tutte le loro energie e non consente altro che fare ogni tanto "night gardening", per quelle che hanno Nani più grandi che attentano alla salute del loro spazio verde.....Prometto che cercherò di proporre quanto più possibile cose semplici, di veloce realizzazione, per consentirvi di essere dei giardinieri "sufficientemente buoni" e senza troppe pretese. Ecco, secondo me questa cosa manca nel panorama dei blog green.....no?????


giovedì 29 maggio 2014

FLOR14: UNA PASSEGGIATA VERDE TRA LE VIE DI TORINO

Lo scorso fine settimana, come preannunciato, preparata tutta la famiglia, di buon'ora siamo arrivati in centro per il primo della lunga serie di eventi "green" programmati a Torino in questi tre weekend di primavera. Sto parlando di Flor14, mostra florovivaistica che anche quest'anno ha arricchito di profumi e colori di primavera le vie del centro di Torino. Già la prima edizione a cui avevo partecipato due anni fa era stata una bella scoperta. Abituata alle classiche mostre mercato floreali, tipo la "Tre giorni per il giardino" al Castello di Masino, quindi a location più "bucoliche" in mezzo alla natura, ero rimasta davvero piacevolmente colpita nel vedere tutta quella natura in mezzo ai bei palazzi storici nel centro della mia città.
Oggi, a distanza di due anni e di ormai tre edizioni, posso veramente confermare che Flor14 sta diventando un appuntamento quasi imperdibile. Forse non è l'occasione perfetta per fare uno shopping sfrenato - gli spazi non sono ampi come quelli di una mostra mercato ospitata in una location fuori città e l'affluenza è davvero tanta data la location comodissima in pieno centro - però è davvero una meraviglia per gli occhi ammirare così tante piante in uno spazio così insolito e anche vedere così tante persone affascinate dagli allestimenti proposti! Più di 120 espositori e più di 70.000 visitatori sono bei numeri per l'associazione Orticola che si occupa dell'organizzazione. I miei complimenti, ci saremo di nuovo anche l'anno prossimo! 
E comunque....un Acer Palmatum e tre vasi di Salvia ornamentale non me li sono proprio potuti risparmiare...:-)




















venerdì 23 maggio 2014

MAGGIO, LE ROSE E GLI EVENTI GREEN

Maggio sta quasi per finire, ma non voglio perdere l'occasione di raccontarvi un pò di fioriture di rose e di un pò di eventi tutti concentrati tra la fine di questo mese e l'inizio del prossimo.
Parlando di rose, io le amo moltissimo ma come credo molti di voi sono sempre stata un pò in difficoltà nel coltivarle. Anzi, qualche anno fa avevo deciso che forse non erano i fiori adatti a me e che non le avrei più coltivate. Come sapete nel mio giardino l'esposizione non è in pieno sole, quindi è una condizione non proprio ottimale per le rose che invece rendono al loro meglio proprio con tante ore di sole. Conseguenza: troppi malanni, prima gli afidi, poi l'oidio....e poi le potature che vanno fatte con tanta attenzione per non fare danni....Insomma, ero per il no.

La rosa Ballerina del mio giardino e i suoi boccioli
Poi invece, approfondendo qua e là, ho scoperto che ci sono molte varietà di rose che prediligono la mezz'ombra e che sono anche molto resistenti agli attacchi di parassiti. E così ho ceduto, ho deciso di riprovarci. La potatura rimane un tema importante e su questo studio per non sbagliare quando è ora di farla (ne riparleremo, promesso). Due anni fa ho comprato una rosa Ballerina, che è un ibrido di Rosa Moschata e in quanto ibrido è rifiorente come le rose più moderne, ma ha la vigoria di una rosa antica. Quest'anno mi ha dato grande soddisfazione, ha fatto dei meravigliosi grappoli di fiori...ora spero di essere sufficiente brava a potarla per riuscire a farla rifiorire ancora una volta.

Rosa Ballerina a Palazzo Madama
Se volete farvi consigliare da chi davvero ne sa di rose, questo fine settimana (24 e 25 giugno) il vivaio di Maurizio Feletig ad Arignano (TO) apre le sue porte per "Rosae, rosarum, rosis". Oltre a festeggiare l'incanto delle fioriture e dei profumi delle rose, insieme alle amiche Simonetta Chiarugi e Betti Calani potrete partecipare a workshop di acquarello botanico e di composizione floreale (su prenotazione). Per info e prenotazioni aleccib@rosebacche.it o 3495630513.



Parlando di eventi, ecco dove perdersi nei prossimi weekend tra colori e profumi primaverili in zona di Torino:
- 23 - 25 maggio: torna a Torino la manifestazione florovivaistica "Flor14", per il terzo anno consecutivo un'esplosione di piante, fiori e giardini per le vie del centro città. Esposizione di vivaisti tra via e piazza Carlo Alberto. Potete seguire la manifestazione sulla pagina Facebook ufficiale....un pò poca comunicazione in giro, unica pecca...
- 30 maggio - 2 giugno: ai giardini della Reggia di Venaria, prima edizione di "Ortinfestival", festival gastronomico degli orti contemporanei. Nei circa 10 ettari del Potager Royal - che nell'Ottocento ospitava l'Azienda Agricola della Real Casa -  Ortinfestival mette in mostra i migliori frutti della terra e le più innovative esperienze ispirate da una coltivazione rispettosa dell'ambiente e dal design. Ortinfestival racconta l'"agri-cool-tura" contemporanea, ovvero l'inscindibile legame tra natura, ambiente orticoltura, gastronomia, creatività e design. Tre giorni di esposizione, flower shop e workshop da non perdere. Programma completo qui.
- 7 giugno "Sal Salvario ha un cuore verde" dalle 10 alle 20 torna la mostra mercato orto-florovivaistica che colora di verde uno dei quartieri più vivi della nostra città. Con la mia associazione "Sguardo nel verde" saremo presenti per raccontarvi le tante iniziative che organizzeremo anche per il prossimo anno e per fare insieme laboratori di composizione floreale e di giardinaggio per i più piccoli.

Buona immersione di verde!!

venerdì 16 maggio 2014

GAROFANI E PROFUMO D'INFANZIA

Non so se succede anche a voi, ma spesso i miei ricordi più lontani, quelli che pensavo di aver rimosso, vengono risvegliati da un profumo. Qualche settimana fa, passeggiando tra i banchi di un garden alla ricerca di ispirazione per mettere un pò di colore sul nostro balcone, ad un tratto mi sono fermata, come incantata da un profumo che improvvisamente trovava una corrispondenza nella mia memoria.
E il ricordo parlava di montagna, di prati fioriti e di estate. Parlava di gite con la mia famiglia, quando ancora ero bambina e andavo a spasso con mamma e papà o con i nonni per le valli del Germanasca e del Chisone. Parlava della mia mamma che amava tantissimo i fiori e raccoglieva mazzolini di questo fiore per portarlo a profumare la nostra casa, anche solo per qualche giorno.
E secondo voi ho potuto fare a meno di comprarlo per il mio Giardino Metropolitano??? ovviamente no!

Eccolo, il Dianthus Kaori, o più "volgarmente" detto, il Garofano profumato. Facile da coltivare, il Garofano è una erbacea perenne che ama esposizioni soleggiate e terreni ben drenati. Fiorisce ininterrottamente da maggio fino a fine estate, con una nuvola di fiorellini rosa carico dal profumo persistente e inconfondibile. L'importante per garantire la fioritura, oltre a nutrire il terreno quando lo travaserete nella vostra fioriera arricchendolo con dello stallatico, sarà cimare i fiori man mano che appassiranno.
Non necessita di annaffiature troppo frequenti, sarà' sufficiente bagnarlo quando il terreno sarà asciutto. 
Potete metterlo come nel mio caso come esemplare singolo in una bella ciotola tondeggiante, oppure in una fioriera insieme ad altre annuali in fioritura in questo periodo, magari un pò ricadenti per armonizzare il suo portamento eretto, come ad esempio la Verbena. 
Il profumo che vi regalerà è davvero inconfondibile, soprattutto dopo una lunga giornata di sole...per me davvero è come tornare per un istante bambina, sentire l'aria di montagna sul viso e rivedere i volti amati dei miei nonni. Bello ricordarvi, bello che i fiori abbiano anche questo magico potere.